mercoledì 14 maggio 2014

L'Amore in psicoterapia.

Ne parlano tutti. Almeno qualche volta, ognuno di noi ne ha parlato. Con leggerezza, con garbo, oppure grossolanamente, saccheggiando luoghi comuni o, al contrario, con un'attenzione speciale alle altre parole ed ai modi, a volte maledicendolo, a volte benedicendolo. Ne facciamo occasioni di confronto speciali con persone speciali ma più spesso infiliamo considerazioni già abbozzate da non si sa bene chi per concludere con affermazioni altrettanto inutilmente scontate.

L'argomento è: l'Amore.
Una parola tanto usata quanto ancora misteriosa. Se ci fate caso, di solito, quanto più una parola è nota e pronunciata, tanto più perde di potere. La sua forza, la sua energia, si inflaziona. Quanto più ripetiamo un dato termine, tanto più finiamo per affievolirne l'impatto ed abituarci al suo suono, dimenticando parti importanti dei significati più profondi cui allude. Questo è vero per la stragrande maggioranza delle parole ma non per questa in particolare. Amore rimane una parola potente nonostante l'abuso che ne facciamo.